Jokiamo

Le migliori notizie sul calcio mercato online.
Serie A, Gosens all’Inter convince Inzaghi

Serie A, Robin Gosens ex Atalanta convince già Inzaghi contro la Salernitana. Il giovane calciatore ha concluso la partita con un assist, un tiro nello specchio in poco meno di mezz’ora di gioco e due azioni incredibili da lui create. Adesso si prepara per Anfield per prendere il posto di Perisic qualora il calciatore non dovesse essere in grado di recuperare. A questo punto possiamo quindi dire “buona la prima” per Gosens che non poteva dare più di quanto ha dato. Il debutto in Coppa Italia giocando contro il Milan era servito soltanto a rompere il ghiaccio. Con la Salernitana il tedesco ha lasciato il segno e ha dimostrato di essersi inserito nei meccanismi di Simone Inzaghi ed in squadra. Riesce a collaborare con tutti e a portare in campo azioni incredibili. In poco meno di mezz’ora ha dato modo a tutti di farsi un’idea di ciò che può creare, della sua bravura, delle potenzialità e delle modifiche ovviamente in positivo che può apportare giocando con l’Inter. I numeri non mentono, i risultati ci sono e sono evidenti, promettono bene per il futuro.

L’inserimento del tedesco è stato facilissimo ma soprattutto immediato, contrariamente a tutto ciò che affermavano gl scettici e coloro che si erano opposti all’ingresso del giocatore in squadra. Molti non avevano fiducia in lui e un pò avevano intimorito anche Inzaghi. Il tecnico non poteva ricevere conferma migliore di questa a pochi giorni dalla sfida contro il Liverpool, la sua scelta non è stata sbagliata e nemmeno azzardata. Se prima le condizioni di Perisic preoccupavano tantissimo ed erano centrali, adesso Simone Inzaghi può dire di essere tranquillo. Il calciatore potrebbe avere tutto il tempo di rimediare al suo affaticamento muscolare e tornare quando tutto sarà tornato alla normalità senza creare troppi problemi in squadra perchè adesso c’è qualcuno su cui il team può contare.

Gosens si è bene inserito nello schema di Inzaghi 3-5-2

Gli scettici non credevano affatto che Gosens potesse trovarsi bene nel 3-5-2 di Inzaghi, invece le prime due apparizioni del tedesco sono riuscite a convincere tutti. Il calciatore ha passato l’esame con voti altissimi esibendo un discreto repertorio e svolgendo le consegne del mister alla perfezione ma soprattutto in tempo, anzi forse anche in anticipo. Gosens ha spinto tanto sin dal primo minuto dell’incontro, tutto tra l’altro senza impegnarsi al 100%. Nei primi 29 minuti è riuscito a seminare il panico in campo, ha aggredito l’avversario senza giocare le carte sbagliate o giocare sporco. La sua partenza è stata fulminante con l’assist vincente per uno dei due gol di Dzeko. Dopo 120 secondi dall’entrata in campo ha lasciato tutti senza parole, era agguerrito.

In serie A Gosens ha subito trovato il feeling con i compagni, i movimenti in fase di attacco sono rapidi ma allo stesso tempo precisi. La spinta costante che tutti si attendevano c’è stata, le azioni create sono state spettacolari, nessuna di queste è stata sporcata. Il suo lancio in profondità in modo particolare è invidiabile, stessa cosa si può dire del tiro allo specchio. Adesso probabilmente ci vorranno un paio di partite per riacquistare il ritmo dopo un incontro tanto impegnativo ma il giocatore dimostra di avere voglia di giocare e di vincere mantenendo i suoi livelli altissimi e sicuramente ci riuscirà. Contro la Salernitana ha concluso 13 passaggi positivi, ha vinto tre partite su 3. Il Liverpool adesso è lo scoglio più insidioso che potrebbe creargli problemi ma lui non ha paura. Qualora Perisic dovesse recuperare dopo l’affaticamento muscolare della giornata di ieri come lo staff medico nerazzurro ha anticipato, il giovane Gosens sarà a bordo campo pronto ad affiancarlo in qualsiasi momento della partita. In caso contrario sarà in campo agguerrito più che mai come si è già mostrato appena ha avuto l’occasione giusta.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.